slider3

Musica + Caffé = Amore

Sei quello che non ho mai saputo di aver sempre desiderato

Antonio ed io ci conoscevamo da circa un anno prima che ci incontrassimo. Abbiamo lavorato per la stessa azienda ma eravamo in reparti separati. Ci conoscevamo solo perché siamo stati assunti entrambi nello stesso momento e abbiamo continuato a lavorare nella stessa azienda. Ci siamo salutati in ufficio quando ci si incontrava, ma non abbiamo mai parlato l’un l’altro.

Una notte alcuni dei miei colleghi mi hanno invitata ad un concerto a cui stavano andando, hanno detto che molte persone dell’ufficio sarebbero state lì e sarebbe stato divertente. Amo la musica quindi ho detto ok! Al concerto ero seduta lì a godermi il concerto quando Antonio si avvicinò a me e mi chiese se mi stavo divertendo, dissi che era grandioso, e lo invitai a sedersi accanto a me. Abbiamo avuto modo di parlare e siamo finiti col parlare per il resto del concerto.

Siamo fidanzati!!!

Oggi sposerò il mio amore, quello con cui rido, vivo e sogno

Antonio ed io avevamo parlato del matrimonio e sapevamo senza ombra di dubbio che ci saremmo sposati, abbiamo persino passato un sabato pomeriggio a guardare gli anelli! In realtà, è arrivato solo al gioco di indovinare quando avrebbe fatto la domanda. Ogni volta che andavamo ad una bella cena pensavo tra me e me: “È così, lo farà, si sta proponendo stasera!”. Poi la cena andava avanti, il dolce andava e veniva, il conto veniva pagato ed io me ne andavo ogni volta senza un bellissimo anello al dito.

slider2

slider1

Questo tipo di gioco a fare indovinelli è andato avanti per circa un mese, fino a quando un giorno ne ho avuto abbastanza di me stessa! Ho deciso che non ci sarebbe più stato il “quando fará la proposta ?” Mia….
Avevamo deciso di fare un viaggio di un weekend in questo piccolo e caratteristico B & B, Antonio mi è venuto a prendere a casa e una volta che mi sono sistemata in macchina mi ha regalato una bella tazza di caffè caldo. Era una fredda e fredda notte ed avevamo un lungo viaggio davanti a noi, quindi ero grata per il caffè, e non pensai nemmeno due volte da dove provenisse.